Alberto Lo Gatto

lo_gatto_alberto
Alberto Lo Gatto
docente di contrabbasso

 

 

 

CURRICULUM VITAE

Nato a Torino nel 1965; diplomato con il M° Ferraris, si perfeziona alla scuola rumena di Ovidiu Badila e Wolfgang Guttler.

Inizia giovanissimo a lavorare come jazzista con musicisti come George Garzone, Sonny Taylor, Antonio Faraò e Flavio Boltro, ma poi si dedica alla musica classica a tempo pieno suonando come primo contrabbasso prima nell’orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”, poi nell’orchestra dei Pomeriggi Musicali, l’Orchestra Cantelli e in quella di Padova e del Veneto.

Dal 2000 sceglie di lavorare freelance per potersi dedicare ai progetti solistici, alla sperimentazione e alla musica eseguita con gli strumenti d’epoca. Infatti il suo interesse per la musica antica fa sì che si specializzi nella pratica del violone e soprattutto del basso viennese dell’epoca di Mozart, di cui è ritenuto uno degli esecutori più esperti in campo internazionale.

Collabora regolarmente infatti con Ensemble come La Venexiana, Modo Antiquo e la Capella Real de la Cataluna di Jordi Savall, ensembles con cui si esibisce nelle sale e nei festivals più importanti del mondo.

Tiene inoltre concerti in qualità di solista con orchestre come La RAI, i Pomeriggi Musicali, la Brixia Symphony Orchestra, l’Orchestra Cantelli, l’Accademia Litta.

Nel 2002 si diploma in viola da gamba. Da sempre attratto dalla ricerca di nuove sonorità, approfondisce la scrittura contemporanea e, oltre a collaborare con importantissimi ensemble ed eseguire prime di autori contemporanei, mette a punto due programmi unici nel loro genere, che rispecchiano la personalità e l’eclettismo del musicista: l’electro acoustic solo, un recital per basso solo ed elettronica, e l’acoustic duo, un pianoforte e un contrabbasso che interagiscono in un’idea tutta nuova di concerto. Con questi due programmi tiene numerosi concerti in Europa e in America (Milano, Roma, Ginevra, Belgrado, San Diego, Phoenix, Tijuana,…) e masterclasses sulle tecniche del contrabbasso contemporaneo e dell’improvvisazione.

Nel 2003 incide un CD, recensito in termini entusiastici, dedicato alla musica del ‘900 per contrabbasso solo, tra cui spiccano la esaltatissima esecuzione di Theraps di Xenakis, Esplorazione del Bianco di Sciarrino, e due lavori per basso solo di Scelsi.

Ha collaborato, spesso in qualità di Primo contrabbasso, con prestigiose orchestre come la RAI, la Suisse Romande, la Malher Chamber Orchestra, L’Orchestra da Camera di Mantova e la London Symphony.

← INDIETRO